La Cavese chiude prima, Nocera in fermento; napoletane in difficoltà - I AM CALCIO SALERNO

La Cavese chiude prima, Nocera in fermento; napoletane in difficoltà

Serie D
Serie D
SalernoSerie D Girone H

Con il turno infrasettimanale si è concluso il girone di andata di Serie D. Campionato che ha già regalato tante emozioni, smentendo tanti dei pronostici di inizio stagione.

Al giro di boa al comando non c'è una pugliese bensì la Cavese: nonostante l'agguerrita concorrenza e i mezzi tecnici ed economici di alcune delle compagini pugliesi (Brindisi, Barletta, Nardò, Fasano, Altamura e Casarano) sono i metelliani a chiudere l'anno da campioni di inverno.

Un percorso di crescita non semplice per la squadra di Troise che dopo qualche difficoltà ad inizio stagione ha trovato una discreta continuità riuscendo anche a guadagnare un piccolo margine sulle rivali (+4). Il k.o. nel derby e l'inaspettata battuta d'arresto contro il Lavello sono gli unici passi falsi della squadra metelliana. Non mancano gli aspetti su cui migliorare nel girone di ritorno per mantenere la rotta tracciata, su tutti la qualità del gioco e la solidità difensiva. 

Girone sulle montagne russe per la Nocerina: partita con grandissime aspettative, l'addio della società americana poi l'incubo di un possibile fallimento e, infine, il passaggio (non ancora ufficializzato) del timone della società alla cordata di imprenditori locali. Una stagione travagliata che inevitabilmente ha anche ridimensionato gli obiettivi. Tuttavia, la vittoria nel derby e il cambio di proprietà ormai prossimo hanno dato nuovo entusiasmo alla piazza ed alla squadra. Lo spettro del fallimento è ormai lontano e la missione salvezza ora sembra essere ampiamente alla portata.

Non sorridono i due club della provincia napoletana. Nonostante un mercato estivo da "big", il campionato dell'Afragolese non è mai decollato. Tanti cambiamenti in corso, lo strappo con i tifosi e qualche episodio extra campo hanno complicato i piani: da un possibile sogno playoff, la squadra è ora in zona playout.

La Puteolana è il fanalino di coda del girone: i diavoli rossi hanno pagato lo scotto della neopromossa inserita nel raggruppamento più tosto della Serie D e, in questo senso, le difficoltà potevano essere messe in preventivo. Unica squadra a non aver ancora vinto, servirà una decisa inversione di marcia per provare a salvare la categoria.

Daniele Luciano