Malafronte trascina la Scafatese, k.o. il Castel San Giorgio - I AM CALCIO SALERNO

Malafronte trascina la Scafatese, k.o. il Castel San Giorgio

Eccellenza
Eccellenza
SalernoEccellenza

Vittoria di rigore per la Scafatese che, con un penalty per tempo, archivia la non semplice pratica Castel San Giorgio, squadra che si è battuta a testa alta e non ha mai alzato bandiera bianca.

De Felice conferma praticamente la formazione che domenica scorsa partì titolare contro il Calpazio aggiungendo il rientrante De Sio al posto di Gambardella e la prima svolta del match arriva dopo soli 10 minuti di gioco, quando un cross di Formicola viene deviato con un braccio da un difensore locale e costringe l'arbitro a fischiare il primo tiro dal dischetto di giornata; l'ex Alessandro Malafronte realizza con freddezza e manda in visibilio il settore ospiti.

Gli uomini di Prisco provano a reagire al 15' con una girata di destro di capitan D'Attilio deviata in angolo con un ottimo colpo di reni di Cappuccio, ma la prima frazione vede prevalentemente i canarini a ridosso dell'area avversaria, in particolare con il solito ispirato Simonetti che sfiora il raddoppio in ben tre occasioni tra il 20' e il 34', ma l'estremo difensore Salsano riesce in tutti e tre i casi a negare la gioia del numero 7 canarino. Prima del riposo, però, proteste ospiti per un presunto fallo in area di rigore su Polichetti, ma per il direttore di gara Simone Palmieri della sezione di Avellino non ci sono gli estremi per la massima punizione e decide di punire con il cartellino giallo il calciatore con il numero 10.

Nella ripresa i padroni di casa tentano di alzare il baricentro ma le folate rossoblù sbattono contro il muro alzato dalla compagine ospite, mentre dall'altro lato del campo i canarini confezionano due occasioni nitide che si concludono prima con un sinistro deviato in angolo di Malafronte e poi con un colpo di testa velenoso di Maraucci di poco a lato. Così come domenica scorsa De Felice decide di inserire Siciliano per Cammarota e il cambio dà subito i suoi frutti: il fantasista con il numero 20, infatti, prima riesce a liberarsi in area mancando il colpo del ko solo a causa del miracolo di Salsano e poi, al 74', si procura il secondo rigore di giornata. Sul pallone si presenta di nuovo Malafronte che questa volta decide di cambiare lato trovando il suo gol numero 13 in campionato.

Lo 0-2 è uno schiaffo forte per il Castel San Giorgio, che continuerà a provarci senza trovare però fortuna, e regala molta più sicurezza alla Scafatese che riesce a far arrivare in porto la quarta vittoria consecutiva tra Campionato e Coppa Italia e concretizza l'opportunità di restare aggrappata ancora al treno della vetta, rosicchiando anche due lughezze al San Marzano.E domenica al "Giovanni Vitiello" andrà in scena proprio Scafatese-Angri, gara non solo ricca di storia e fascino ma, soprattutto, sfida di primissima importanza per quel che riguarda la classifica, le certezze e il futuro della stagione.

CASTEL SAN GIORGIO: Salsano, Russo 03, Galotto 04 (45' Asciuti), Catalano, Raimondi, Accarino 03, Massaro, /78' Martinello 02) Siano 03, D'Attilio, Polichetti, Liguori.A disposizione: Iannone 01, Asciuti, Esposito 02, Bamba 04, Moschella 03, Martinello 02, Romano 04, Pepe 03, Contaldo 03All: Prisco Lorenzo

SCAFATESE: Cappuccio 03, Itri, De Sio, Giacinti, Maraucci, Manzi, Simonetti, Lopetrone, Malafronte, Cammarota (63' Siciliano), Formicola 01.A disposizione: Farina 01, Granata, Carotenuto 03, Gambardella, Manzo, Mejri, Elefante 02, Balzano 03, SicilianoAll: De Felice Severo

RETI: 10' Malafronte (rig), 74' Malafronte (rig).

Pasquale Formisano Responsabile Ufficio Stampa Scafatese Calcio 1922

La Redazione