Crollo Scafatese, il Faiano annienta la capolista - I AM CALCIO SALERNO

Crollo Scafatese, il Faiano annienta la capolista

Eccellenza
Eccellenza
SalernoEccellenza Girone C

Crollo della Scafatese che tra le mura amiche cede addirittura per 0-3 contro l'ottimo Faiano dell'ex tecnico canarino Salvatore Nastri, che viene fuori alla distanza e fa suo nettamente il match nella ripresa, dopo che nella prima frazione di gioco erano stati proprio i giallobleu a imbastire le occasioni più importanti.

Sul prato in sintetico del Giovanni Vitiello di Scafati gli uomini di De Felice, ancora squalificato dopo la gara con l'Agropoli, creano la prima vera azione da rete al 15, quando la bella combinazione tra Simonetti e Giacinti costringe gli ospiti a salvarsi in calcio d'angolo; passa soltanto un minuto e i padroni di casa recriminano un calcio di rigore per un fallo su Siciliano, non fischiato dalla direttrice di gara Angela Capezza, e Siciliano prova a rispondere dieci minuti dopo di sinistro, ma la sua conclusione mancina distrugge letteralmente il palo a Senatore battuto.

Poi, dalla mezz'ora in poi, diventa una questione personale per Ciro Simonetti, che va vicino al gol in ben tre occasioni, senza però riuscire mai a centrare il bersaglio: prima al 32' imbastisce una ripartenza personale concludendo sul secondo palo, ma l'estremo difensore biancoverde è bravo a distendersi e deviare in angolo; dal successivo corner Granata sceglie bene il tempo sul cross di Lopetrone e serve di testa proprio il numero 7 che, di prima intenzione, colpisce a botta sicura, ma il suo sinistro viene ribattuto ancora da Senatore. Lo stesso Senatore che nulla potrebbe invece al 36', quando Itri serve perfettamente in verticale Siciliano che ancora una volta preferisce servire l'accorrente Simonetti, ma questa volta la sfera termina di poco a lato dalla porta ospite.

La prima frazione si conclude con il colpo di testa di poco alto di Granata, ma nella ripresa, in soli 19 minuti, il Faiano fa suo il match, andando in rete per ben tre volte: al 53' De Maio semina il panico sulla destra e crossa per Mazzotta che, di testa, porta in vantaggio gli ospiti; De Felice ordina subito i cambi per ridisegnare la sua Scafatese inserendo Malafronte, Cammarota e Gambardella, ma nemmeno il tempo di calcare l'erba che il team di Nastri trova subito il raddoppio con un gioiello di Ruggiero, un goal fantastico ricamato con una veronica sulla trequarti per superare l'uomo e confezionato poi con un tiro magistrale che batte Cappuccio.

Si tratta del vero colpo del KO per la Scafatese che al 64' subisce anche la rete del definitivo 0-3 dall'ex Ascione, e non riesce nemmeno a trovare lo spunto per la rete della bandiera un minuto più tardi, quando Senatore ribatte, con un ottimo colpo di reni, la fucilata aerea di Malafronte.

Arriva così il primo stop per la compagine canarina, che subisce in soli 19 minuti lo stesso numero di gol che aveva subito negli ultimi due mesi, una caduta che arriva anche nel peggior momento della stagione, ovvero alla vigilia del big match con il San Marzano, ma che potrebbe anche valere come l'ennesimo esame da superare per una squadra che adesso, per la prima volta in questa stagione, dovrà mostrare di sapersi rialzare.

Pasquale Formisano Responsabile Ufficio Stampa Scafatese Calcio 1922

Isabella Lamberti