Calil: "Il Foggia nel secondo tempo ha meritato il pareggio"

Calil, giocatore della Salernitana
Calil, giocatore della Salernitana

Parla Calil, il marcatore della Salernitana:

Subito in gol. Era questo che vi aveva chiesto il mister?

"Sì, l'abbiamo preparata così. Sapevamo che il Foggia era una grande squadra, ci siamo preparati sulle ripartenze. Hanno un buon possesso palla, nel primo tempo siamo riusciti a giocare come volevamo. Nel secondo tempo abbiamo sofferto molto e il pareggio del Foggia è meritato."

Sofferto molto per colpa di un calo fisico?

"No, non era un campo facile. Dovevamo giocare di più, ma bisogna soffrire fino alla fine per meritare la vittoria. Merito del Foggia che ci ha creduto fino alla fine."

Pizzico di soddisfazione per te, miglior marcatore della squadra

"E' sempre bello segnare, per un attaccante è il massimo che può fare per aiutare la squadra. Sono contento per il mio gol, ma purtroppo non ha portato alla vittoria finale."

Tre gol, tutti e tre in trasferta. E' un caso?

"Speriamo sia un caso perché voglio segnare anche in casa. I tifosi vogliono vedere un gol e quando segnerò, sentirò il loro calore. In casa le squadre avversarie sono più chiuse, ma quando un attaccante è forte deve fare gol sempre."

Ci racconti il gol?

"Bella azione sulla destra, sono riuscito a stoppare la palla in area e a concludere in rete."

Per quanto riguarda la fortuna, oggi vi siete presentati contati. Che spiegazione date a questi infortuni? Caso o problema di condizione fisica?

"Credo sia un caso. Avere tanti infortuni tutti insieme non è mai capitato, ma non credo sia colpa della condizione fisica."

Francesco Beccia