Coronavirus. Ricciardi: "Ipotizzabile accesso al pubblico negli stadi" - I AM CALCIO SALERNO

Coronavirus. Ricciardi: "Ipotizzabile accesso al pubblico negli stadi"

W. Ricciardi, membro OMS
W. Ricciardi, membro OMS
BeneventoRubriche

Walter Ricciardi, membro del consiglio esecutivo Oms, consigliere del ministro Speranza per il Coronavirus, in diretta sulle frequenze di Radio Punto Nuovo ha commentato le ultime decisioni adottate in merito alla ripresa dei campionati. Queste le sue parole:

DELOCALIZZAZIONE - Una cosa sono i dati scientifici, altra cosa sono le decisioni politiche. Questo tipo di decisioni sono forti e possono addirittura mettere in gioco l'unità nazionale. Bisogna essere pragmatici. La Lombardia ha avuto un maggior numero di casi e quindi la proposta di delocalizzare, dal punto di vista scientifico, ha senso. Ovviamente, in ogni Regione, andranno rispettate le misure di sicurezza.

QUARANTENA - Non si può accorciare ma lavoriamo ad un altro piano per salvare il campionato. Purtroppo il periodo di incubazione è di 14 giorni e quindi l'allontanamento non può essere inferiore. Tuttavia si può trovare una via alternativa e ci stiamo lavorando.

SPETTATORI - Il problema è che ad una partita di calcio ce ne sono tanti e bisogna essere in grado di garantire tutte le misure. Al migliorare della situazione si potrà pensare ad allentare le restrizioni circa il pubblico. Io credo sia possibile dare accesso ad un numero ridotto di spettatori. Non parlo di tempistiche ma penso che, ad oggi, in quasi tutta l'Italia si possano cominciare ad affrontare questo tipo di discorsi.

Maurizio Morante