San Marzano corsaro, la Temeraria sbaglia un calcio di rigore - I AM CALCIO SALERNO

San Marzano corsaro, la Temeraria sbaglia un calcio di rigore

promozione
promozione
SalernoPromozione Girone D

Il Per San Marzano espugna il “Giannattasio”, imponendosi di gran carriera su una Temeraria San Mango dignitosa, piegata dagli errori di un reparto arretrato parso fragile e insicuro sin dalle prime battute di gara. Con l’exploit di Prepezzano, la squadra di mister Liguori consolida la sua posizione in zona playoff, allungando sul Giffoni Sei Casali, uscito sconfitto dal derby picentino con lo Sporting Pontecagnano.

Tempi di magra per i sanmanghesi, che con il terzo K.O. consecutivo scivolano in zona playout: il successo in campionato manca dal 4 gennaio, in occasione dalla sfida vinta per 4-2 con l’Honveed Coperchia.

Dieci minuti sul cronometro e la ballerina retroguardia dei locali mostra le prime crepe. Il preciso lancio dalle retrovie di Barone pesca Giammetta, che prima recupera qualche metro di svantaggio da Mongiello, supera il difensore ex Buccino e dal limite dell’area piazza la palla nell’angolino destro, sorprendendo l’esordiente portiere Venosi e portando in vantaggio i suoi. Resterà l’unica conclusione nello specchio della porta degli ospiti durante l’arco della prima frazione di gara.

La Temeraria, in campo con cinque under e orfana dell’attaccante Barra, prova a rendersi pericolosa con Donadio, il cui tiro dai venti metri termina di poco a lato, e con una velenosa punizione di Scudiero, che non trova puntuale all’appuntamento con la rete nessun compagno.

Al 36’ la seconda svolta del match: il terzino sanmanghese Mele riceve l’espulsione diretta per comportamento gravemente antisportivo. Tutte le emozioni non pervenute durante il primo tempo vengono riproposte interamente nella ripresa. Il primo sussulto arriva in area ospite al 57’: il giovane Ermeti, lanciato sul filo del fuorigioco, viene atterrato da Vitiello, inducendo il Sig. Rotondo a sanzionare la massima punizione per i padroni di casa, salvo poi ravvedersi per il precedente sbandieramento dell’assistente di linea, scatenando l’ira del folto numero di spettatori presenti sulle gradinate del “Giannattasio”.

Le squadre si allungano e a favorirne è indubbiamente lo spettacolo. Al 65’ i locali vanno vicini al pari con una punizione del neo entrato Botta, respinta con qualche brivido da De Marinis. Sul successivo ribaltamento di fronte, è Barone a sfiorare il raddoppio marzanese: il numero 8 blaugrana salta Corbo con un preziosismo e piazza un tiro che sfiora il montante alto della porta difesa da Venosi. Ospiti che mancano ancora il colpo del K.O. al 73’, quando un liscio di Ermeti spiana la strada a Lamberti che – a tu per tu con Venosi – calcia il pallone a lato.

Al 76’ l’occasione più nitida per la Temeraria San Mango. Il frizzante Donadio semina il panico nella retroguardia avversaria, supera un paio di avversari per poi essere steso da Coppola in area di rigore: per il Sig. Rotondo non ci sono dubbi sull’assegnazione del calcio di rigore in favore dei picentini. Dal dischetto si presenta Carmando che sciupa malamente il match ball di giornata, spiazzando De Marinis ma calciando il pallone fuori.

La squadra di mister Spetrini incassa il colpo, mostrando il fianco al Per San Marzano che chiude la gara al 79’. Magliano sbaglia l’appoggio a Scudiero, regalando campo e ripartenza alla letale squadra sarnese: Lamberti, dal fronte sinistro, pesca il solo e indisturbato Giammetta, che realizza di testa il secondo centro di giornata, tra l’entusiasmo collettivo dei circa cinquanta sostenitori giunti dall’Agro per sostenere la compagine di mister Liguori. La sintesi del match la si trova all’88’, quando una sfortunata Temeraria si ferma al palo colpito su punizione da Botta.

TEMERARIA SAN MANGO – PER SAN MARZANO 0-2

Temeraria San Mango: Venosi, Mele, Contente (63’ Botta), Sorrentino (73’ Sorrentino), Mongiello, Magliano, Ermeti, Corbo, Spetrini, Scudiero, Donadio. A disposizione: Primadei, Esposito, Di Giacomo, Della Monica, Landi, Marchese. All. Spetrini

Per San Marzano: De Marinis, Coppola L., Sarno (50’ Coppola A.), De Biase (83’ Lanzieri), Vitiello, Califano, Montoro, Barone, Annunziata, Veneziano (60’ Lamberti), Giammetta. A disposizione: Pernolino, Pascale F., De Bellis, Pascale M., Cuomo. All. Liguori Arbitro: Antonio Rotundo della Sez. Castellamare di Stabia Marcatori: 10’ e 79’ Giammetta

Note: giornata soleggiata, un centinaio gli spettatori presenti. Ammoniti Spetrini, Corbo, Ermeti e Sorrentino per la Temeraria, Sarno, Vitiello, De Marinis e Califano per il Per San Marzano.

Espulsi Mele (T) al 36’ per comportamento gravemente antisportivo, l’allenatore Liguori (PSM) e i dirigenti Falivene e La Rocca (T) al 79’ per proteste.

UFFICIO STAMPA ASD TEMERARIA SAN MANGO 1957

La Redazione