La Gelbison vince il derby con due rigori, l'Agropoli chiude in nove - I AM CALCIO SALERNO

La Gelbison vince il derby con due rigori, l'Agropoli chiude in nove

Foto: G. Palladino
Foto: G. Palladino
SalernoSerie D Girone H

La Gelbison vince il derby contro l’Agropoli, superando i padroni di casa con doppietta del capitano Uliano, entrambe le reti arrivate dal dischetto del rigore. Nel 2-1 finale a segno anche Pagano, per l’Agropoli sempre dagli 11 metri. Le tre marcature della sfida arrivano tutte nel primo tempo, mentre nella ripresa le emozioni da rete latitano.

Il derby vede subito spezzato l’equilibrio iniziale. Al 7′ Orlando, dopo essersi si infilato nell’area agropolese, viene atterrato, per il direttore di gara Longo di Napoli, è rigore. Dagli undici metri Uliano non sbaglia: il centrocampista calcia centralmente spiazzando Sanchez proteso in tuffo sulla propria destra.

La Gelbison vede la strada spianarsi al 12′ quando Tedesco viene steso, dopo un corpo a corpo con Bonfini:per l’arbitro l’intervento è falloso e da ultimo uomo, Bonfini viene cosi espulso lasciando i suoi in 10 uomini. Al 25′ arriva anche il secondo rigore a favore della Gelbison: su azione nata sul versante destro dell’attacco vallese, la palla carambola sul braccio di Guida. Dagli undici metri Uliano batte in fotocopia rispetto alla prima esecuzione, calciando centralmente e spiazzando nuovamente Sanchez proteso sempre sul suo lato destro.

L’Agropoli però torna in gara al 28′, quando è Pagano ad accorciare le distanze, sempre dagli 11 metri con una botta potente e centrale che beffa Cefariello, dopo un fallo subito all’interno dei 16 metri da Doto. I padroni di casa sfiorano l’incedibile pari al 35′ quando, sugli sviluppi di un piazzato battuto da Pagano, Guida si avvita in area mandando di mezzo metro alto sorpa la traversa difesa da Cefariello.

Nella ripresa, iniziata su ritmi meno intensi rispetto alla prima frazione, la prima emozione arriva intorno al 18′ quando su calcio piazzato, battuto dai 20 metri, Tedesco costringe Sanchez all’intervento di pugno con palla che finisce in angolo.

L’Agropoli, dall’altra parte del campo, sfiora nuovamente il pari sempre sugli sviluppi di un piazzato: è Guida di testa a mettere la sfera di poco al lato. Nella parte centrale della seconda frazione, molto combattuta ma poco emozionante, non si registrano particolari occasioni pericolose, la gara scivola cosi fino alle battute finali.

Al 40′ Agropoli pericoloso: Doto costringe, con un tiro-cross, Cefariello alla respinta a mano aperta sopra la trasversa. Nel recupero l’Agropoli resta in 9 per il rosso inflitto a Pagano, allontanato per proteste.

Finisce cosi per 2-1, con la Gelbison che continua la sua striscia positiva.

La Redazione