Corno d'oro, la carica di Falcone: "Vinceremo i playoff!"

Foto: Gerardo Di Franco
Foto: Gerardo Di Franco

Domenica si disputerà la finale playoff del girone I di Seconda Categoria: Corno d'oro e Lentiscosa si contenderanno la promozione in Prima Categoria. In vista della gara in programma al S.Anna di Battipaglia, abbiamo intervistato Gianluca Falcone, bandiera del calcio dilettantistico salernitano e leader del Corno d'oro.

Il fantasista ci racconta la forza del gruppo e di come il Corno d'oro sia riuscito ad arrivare ad un passo dalla Prima Categoria, nonostante ostacoli e difficoltà incontrate nell'arco della stagione:

"Se questa squadra non fosse stata una vera famiglia, avremmo smontato dopo l'accaduto con il Real Vatolla (rissa con conseguente gara persa a tavolino e lunga squalifica per 6 calciatori, ndr): perdere sei calciatori titolari per sei giornate e proseguire con pochi calciatori a disposizione avrebbe gettato a terra chiunque, ma andare avanti e raggiungere la finale playoff da disputare in casa è un grande traguardo"

"Ero convinto che avremmo vinto il campionato, ma purtroppo gli errori si pagano. Quella gara è stata una svolta del campionato, ma abbiamo reagito da grande squadra".

Il campionato è stato poi vinto dall'Acciaroli: raggiungere l'obiettivo promozione, seppur attraverso i playoff, può essere per voi una rivincita?

"Io faccio i complimenti all'Acciaroli. Quel che è successo con il Laurino è stata una vergogna - non si può ripetere una gara del genere (qui i dettagli) - ma l'Acciarolii ha il merito di essere stata in vetta dall'inizio del campionato, facendo i fatti e poche chiacchiere. Chi vince ha sempre ragione, sarebbe stato bello affrontarli in uno spareggio e sono convinto che avremmo vinto noi".

Domenica affronterete la finale: cosa ti aspetti da questa partita contro un Lentiscosa che ha voglia quanto voi di coronare un sogno?

"L'ultima volta li abbiamo battuti per 4 a 1, ma la finale sarà un'altra partita. Se scendiamo in campo convinti di ripetere quella gara, non avremmo capito niente del calcio: sarà una gara diversa, loro si giocheranno tutto e noi non ci faremo trovare impreparati e raggiungeremo l'obiettivo".

In una sfida diretta sarà importante l'esperienza di giocatori come te, Magliano e altri che hanno già vinto campionati in carriera e dovranno trascinare il gruppo alla vittoria.

"Si, sarà fondamentale, è l'arma più importante in questo tipo di partite: ma bisogna abbinare all'esperienza la voglia di sacrificarsi e di vincere, altrimenti non si va da nessuna parte".

Dopo tanti anni di calcio, cosa ti aspetti dal futuro?

"Beh, sicuramente il Corno d'oro farà una grande squadra in Prima Categoria. Io? Sono vecchio ma non lascerò il calcio fino a 50 anni!"

Daniele Luciano