La Cavese perde e saluta i playoff, la Reggina vince col minimo sforzo

Serie C
Serie C

La sfida tra Cavese e Reggina si decide nei minuti di recupero con la vittoria ospite di misura: a decidere la gara è Martiniello, ex di turno, con un gol in extremis che rilancia gli amaranto e mette praticamente fine ai sogni playoff dei metelliani.

Partita all'insegna dell'equilibrio nei primi venti minuti, poi i padroni di casa si sono resi pericolosi in più occasioni con Confente decisivo su Maza e due volte su Fella. Per gli ospiti una sola chance nitida con Zibert che in acrobazia non ha trovato la porta.

Nella ripresa è sempre la Cavese a fare la gara: Rosafio colpisce un palo con un bel tiro da limite poi Favasuli sfiora il gol negatogli da un miracolo di Confente, migliore in campo tra gli ospiti.

Nel finale la Cavese attacca ma con poca convinzione; anche la Reggina sembra accontentarsi del risultato che sta maturando in campo. Nel finale, però, un clamoroso errore della retroguardia spiana la strada a Martiniello che ripaga i fischi dei suoi ex tifosi con il suo primo gol. L'attaccante ringrazia il regalo degli avversari e infila De Brasi, che nei 90 minuti non aveva dovuto effettuare alcuna parata. Rete convalidata dopo alcuni minuti per la sospetta posizione di fuorigioco e le proteste della Cavese.

La Reggina strappa tre punti importantissimi e si rilancia per i playoff. Grande amarezza per i tifosi locali dopo l'ennesima prova sotto le aspettative e l'ennesimo risultato regalato agli avversari per errori ingenui ma determinanti.

Con questa sconfitta la Cavese saluta quasi definitivamente i playoff: l'ultima chance per rientrare in corsa sarebbe la vittoria del recupero di mercoledì con la Viterbese.

Daniele Luciano

Leggi altre notizie:CAVESE