Poker del Giffoni Sei Casali, al Centro Storico non basta Paciello

Promozione
Promozione

Secondo poker consecutivo per il Giffoni Sei Casali che dopo la grandissima vittoria contro la capolista Angri della settimana scorsa si ripete al “Giannattasio” di Prepezzano: vittima di giornata è il Centro Storico Salerno, piegato con più sofferenza del previsto in una partita tenuta per la maggior parte in mano dai grifoni di mister Di Muro.

Gara con tanti ex da ambo le parti e che ha regalato tre punti pesanti al Sei Casali il quale sembra aver lasciato alle spalle il periodo nero di gennaio e ora rilanciatosi prepotentemente nei piani alti della classifica.

Primo tempo che inizia in maniera spumeggiante con i padroni di casa subito in controllo del gioco e pericolosi con D’Acunto e Irpino che sull’out di destra mettono in apprensione la retroguardia granata. Alla prima vera occasione da gol il Sei Casali passa: lancio millimetrico di Iacovazzo, D’Acunto sguscia tra Pisacane e Mauro, mette palla a terra, salta Pisapia e viene steso in area dal pipelet ospite. Per il signor Granillo è rigore ed espulsione, il secondo Scoppetta entra al posto di Spetrini ma non può nulla sul piazzato di Picariello che corre verso la panchina e dedica la rete all’infortunato Valerio Sabatino.

Tre minuti dopo arriva immediato il raddoppio, con D’Acunto ad ubriacare Voto e a scodellare dentro per Picariello che di precisione batte Scoppetta. L’uno-due micidiale non piega però l’animo combattivo del Centro Storico Salerno che con Paciello crea i maggiori pericoli nella metà campo locale.

Al 35’ su punizione centrale dai 25 metri è proprio Paciello a sganciare un siluro terra-aria, con la sfera che sbatte sulla traversa e termina a terra, Del Vecchio ribadisce in rete ma la palla aveva già superato la linea di porta. La rete galvanizza gli ospiti che chiudono il primo tempo in avanti, mentre i locali dopo la furia della prima mezz’ora non riescono a ritrovare gli spazi giusti.

La ripresa si apre nel modo in cui si era chiusa la prima frazione e al 49’ arriva la doccia fredda per il Sei Casali, con Paciello che effettua un cross dalla destra, incertezza difensiva tra Tedesco e Pirolo e la sfera si deposita docilmente in rete. Incassato il pari, il Sei Casali si riversa in avanti per ritrovare il vantaggio con il Centro Storico Salerno a chiudersi a riccio in difesa e a respingere ogni sortita avversaria.

Animi incandescenti in campo, tanti cartellini gialli ma nessuna azione degna di nota. Nel finale di gara dopo tanto pressing arriva il nuovo vantaggio locale con Carbonaro che al minuto 85 su azione di corner trova lo spiraglio giusto in mischia per battere Scoppetta.

Il Centro Storico alza bandiera bianca e al 90’ arriva il quarto gol del bomber tascabile Mazzeo che spiazza Scoppetta e chiude di fatto la contesa, decretando la vittoria del Sei Casali.

GIFFONI SEI CASALI 4-2 CENTRO STORICO SALERNO

[Giffoni Sei Casali (SA), 09-02-2019 | “Giannattasio” | ore 15:00]

GIFFONI SEI CASALI: Pirolo, Di Martino ’00, Brigantino, Carbonaro, Mastellone (93’ Toro), Bifulco (70’ Mazzeo), Irpino ’01 (62’ Donadio ’99), Tedesco, Picariello (88’ Iannone), Iacovazzo, D’Acunto ’01 (81’ Aliberti ’01).A disposizione: Vitale ’01, De Chiara ’01, Bucciarelli ’99, Amoroso.Allenatore: Di Muro.

CENTRO STORICO SALERNO: Pisapia, Spero (88’ Esposito), Voto ’02 (88’ Cirillo ’00), Ragone, Toscano ’99 (88’ Mogavero), Mauro, Sorrentino, Iorio, Del Vecchio (73’ Pisacane ‘99), Paciello, Spetrini ’00 (23’ Scoppetta ’01).A disposizione: Lamberti, Canale ’01, Giordano, Tramontin.Allenatore: De Palma.

ARBITRO: Granillo (Napoli).ASSISTENTI: Mignogna e Vanacore (Castellammare di Stabia).

RETI: 24’ rig. e 27’ Picariello (G), 35’ e 49’ Paciello (C), 85’ Carbonaro (G), 90’ Mazzeo (G).

NOTE: pomeriggio soleggiato, spettatori 100 circa. Ammoniti Mastellone, Tedesco, Iacovazzo, Carbonaro (G), Mauro (C). Espulso al 22’ Pisapia (C) per fallo da ultimo uomo.

Addetto stampa Gennaro Granozio - Giffoni Sei Casali

La Redazione