La Curva Sud diserterà Cavese-Juve Stabia: i motivi della protesta

cavese
cavese

Le limitazioni imposte ai tifosi della Juve Stabia in occasione della partita di sabato sera a Cava (100 biglietti solo per possessori della tessera di fidelizzazione) hanno spinto gli ultras della Cavese a prendere posizione: i sostenitori metelliani diserteranno gli spalti e giocheranno la propria partita del tifo all'esterno del Lamberti.

I motivi sono chiari: dopo anni di rivalità, le due tifoserie hanno seppellito l'ascia di guerra in nome di Catello Mari, il compianto giocatore della Cavese originario di Castellamare deceduto tragicamente anni fa. Dopo diverse stagioni le due squadre si ritrovavano l'una di fronte all'altra e anche per le due tifoserie sarebbe stata l'occasione per ricordare e omaggiare la memoria di Mari.

Il restrittivo provvedimento della Prefettura e degli organi preposti a garantire l'ordine pubblico pare, dunque, immotivato al punto da spingere la tifoseria a mettere in atto la protesta. 

In un comunicato della Curva della Cavese si legge: "una determinazione inutile, insensata, inopportuna e sicuramente in malafede che unita alla diretta televisiva va a colpire la libertà delle persone ed a svilire l'essenza della partita e della passione del tifoso"

"Noi Ultras Curva Sud Catello Mari non prenderemo parte a questo schifoso teatrino messo in atto dai "cervelloni" che predicano stadi pieni e valori dello sport, ma razzolano ottusaggine e repressione. La nostra partita la giocheremo all'esterno della Sud e la dedicheremo al vero senso che noi ci vediamo: il ricordo del nostro Leone e la salvaguardia del tifo"

"Per questi 95 minuti i nostri Nove scalini rimarranno desolatamente vuoti, come vuote sono le coscienze di chi prende queste assurde decisioni"

La Redazione

Leggi altre notizie:CAVESE