Atletico Sorrento, Ferrara: "Lavorate? Puntiamo a chiuderla subito"

Logo
Logo

SORRENTO (NA). Girone G di Seconda Categoria Campania concluso al secondo posto, dopo aver a lungo battagliato con l'Olimpia Capri, poi vincitrice del campionato. L'Atletico Sorrento si è reso finora protagonista di una stagione da incorniciare, ed i numeri lo confermano, miglior difesa del proprio girone e quarto attacco assoluto col primo turno playoff superato senza particolari difficoltà contro uno dei migliori attacchi della categoria, il Victoria Marra, lasciato a bocca asciutta e sconfitto per tre reti a zero. 

Ai nostri microfoni il tecnico dei rossoneri, Marcello Ferrara, ha analizzato la stagione della sua squadra con un occhio di riguardo alla finalissima col Lavorate Calcio: "Sicuramente arriviamo alla partita nel migliore di modi, in settimana abbiamo effettuato qualche allenamento in più per mettere un pò di benzina nelle gambe, affronteremo una squadra ostica come il Lavorate che conosciamo bene in virtù dei due scontri già effettuati in campionato".

Rossoneri favoriti dal doppio risultato e dal fattore campo: "Mi aspetto una bella gara, da parte nostra ci sarà un approccio differente rispetto ai precedenti, scenderemo in campo con grande determinazione e punteremo a chiudere la partita già nella prima frazione di gioco. Credo che anche il Lavorate verrà a Sorrento con grande voglia di vincere, sanno che abbiamo due risultati a favore e quindi non si risparmieranno in campo, i primi 25' e gli ultimi 25' di gioco potrebbero essere i momenti decisivi della partita".

Sul titolo sfumato dopo una lunga battaglia sportiva col Capri: "Innanzitutto colgo l'occasione per fare i complimenti al Capri per lo strepitoso campionato, hanno saputo gestire al meglio i momenti della stagione mantenendo un rendimento costante. Noi purtroppo nel momento decisivo del campionato abbiamo avuto qualche defezione di troppo che ci è costata cara; tre partite, compresa quella di Capri, dove tra portiere, attaccante e difensori le assenze hanno avuto un certo peso. In queste categorie se ti mancano due o tre pedine importanti, chiaramente paghi dazio".

Infine chiusura sulla possibile presenza di un più nutrito numero di tifosi: "Lo spero, è chiaro che non parliamo chissà di quali categorie ma il nostro cammino ha suscitato curiosità e simpatie, già domenica scorsa c'era qualche presenza in più col Marra anche se in effetti non abbiamo mai avuto un seguito chissà quanto importante. Resta pur sempre una finale e tra amici, parenti ed appassionati probabilmente si toccheranno quasi le duecento unità domenica, lo spero perchè così la gara saprebbe più di calcio".

 

Luigi Langellotti