La Costa d'Amalfi pareggia ma recrimina: "Arbitri inadeguati"

- 19049 letture

 

Il Costa d’Amalfi la riprende con i denti, ma c’è rammarico.Al 90º è capitan Cestaro a regalare un pari, STRAMERITATO, ai costieri, dopo una gara che sembrava stregata, e ormai persa.Ottima partenza dei locali, che per 20 minuti regalano ottime trame di gioco, mettendo costantemente in difficoltà gli uomini di mister Contaldo. Nella seconda parte della prima frazione esce peró fuori l’undici costiero, fallendo il vantaggio con Marino, per ben due volte, e con Lettieri. Al 33º, come un fulmine a ciel sereno, Ferrentino riceve palla ai 30 metri, e improvvisamente, da fermo, lascia partire un sinistro che insacca proprio all’incrocio dei pali, imprendibile per Faggiano.Nella ripresa i costieri partono subito forte, e cercano di chiudere i locali nella loro area. L’undici di mister Contaldo fallisce il pareggio in diverse circostanze, con Marino, Lettieri e con Criscuoli. L’arbitro alla mezzora annulla CLAMOROSAMENTE un gol regolarissimo ai costieri, siglato da Vigorito sugli sviluppi di un corner, per un fuorigioco davvero inesistente. Ma il pareggio arriva finalmente allo scoccare del 90º, grazie a capitan Cestaro che raccoglie in area un colpo di testa di Vigorito.Un pareggio meritato, ma che lascia qualche rimpianto per una gara che poteva regalare qualcosa in più.Per i costieri adesso ci sarà un giorno di riposo, poi testa e cuore alla prossima sfida, quando al San Martino di Maiori arriverà la Battipagliese.

UFFICIO STAMPA - FC COSTA D’AMALFI

La società Costa d'Amalfi sull'accaduto ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

"Vogliamo dire basta ad una categoria di arbitri totalmente inadeguata. Quella che abbiamo visto nelle prime tre giornate è totalmente inadeguata. Dopo i fatti di Nola, dove i nostri calciatori subirono insulti, oggi ci è stato annullato un gol regolare in modo assurdo. Un gol del genere non si può annullare per fuorigioco: la chiamata sbagliata è stata del guardalinee ma l'arbitro non si è nemmeno posto il problema dell'impossibilità della posizione irregolare."

"Vogliamo dire basta. Vogliamo vincere, perdere o pareggiare sul campo, senza che persone terze possano decidere le gare"

- Nel video in alto l'episodio incriminato -

La Redazione

Promozione
Promozione